Posts Tagged ‘ BRIT Awards ’

“RAZORLIGHT” LA GIUSTA STRADA INDIE?

I Razorlight sono un gruppo musicale indie rock anglosvedese attivo dal 2002.

L’album di debutto dei Razorlight, Up All Night, uscì il 28 giugno 2008, raggiungendo la terza posizione nella classifica inglese. L’uscita del disco fu accompagnata dalle recensioni positive di NME, Q Magazine e Billboard, anche se il gruppo fu accusato di mancanza di immaginazione e poca originalità, presumibilmente per aver tratto ispirazione da altre band influenti come gli Strokes.

I Razorlight sono poi divenuti molto popolari all’interno della scena musicale londinese: le loro esibizioni sono state talmente richieste da indurre il gruppo ad organizzare spettacoli extra, tra cui al celebre Alexandra Palace, la cui capacità supera le 7000 unità. Il successo commerciale ottenuto dall’album nella UK ha portato a considerare Up All Night come uno dei lavori più importanti del 2004.

Up All Night è stato edito di nuovo nell’aprile 2005 , includendo il singolo precedentemente omesso Somewhere Else, che ha raggiunto la seconda posizione della classifica.

Nel luglio 2005 la band si è esibita all’Hyde Park di Londra all’interno della serie di concerti del Live 8; inoltre è stata al centro di molte polemiche per non aver devoluto in beneficenza i suoi proventi extra.

Durante il 2005  i Razorlight si sono esibiti come supporto di artisti del calibro di Queen + Paul Rodgers, Richard Ashcroft, Oasis e Rolling Stones.

Il gruppo inglese ha pubblicato in Gran Bretagna il secondo album, Razorlight, il 17 luglio 2006 e, dopo appena una settimana, ha conquistato la vetta della classifica; tra le recensioni positive ricevute spicca un rarissimo 5/5 della rivista Q Magazine. Il primo singolo tratto dall’album, In The Morning, era stato pubblicato il 3 luglio2006, raggiungendo la seconda posizione in classifica (la terza migliore performance del gruppo, dopo Somewhere Else  e America)

Nel 2007 i Razorlight sono stati nominati a due Brit Awards (Best British Band e Best Song, con America) e anche a due NME Brat Awards (Worst Band e Worst Album).

Adesso ascoltiamo

“Golden Touch”

I MERAVIGLIOSI ARTIC Monkeys

E finalmete parliamo di un gruppo veramente eclatante nel suo genere.

Gli artic monkeys è un gruppo musicale alternative rock[1] inglese, originario di Sheffield.

l gruppo nasce nel 2003 e subito raccoglie un buon seguito di pubblico. La leggenda vuole che si siano fatti conoscere in tutto il Regno Unito grazie ad un demo distribuito in Internet; come spiega Alex Turner, perché gli “aveva sempre dato fastidio il fatto che alcuni gruppi emergenti vendessero il demo durante i concerti”, gli Arctic Monkeys si limitarono a distribuirne alcune copie.

Nel 2005  ,nonostante fossero tentati dal rimanere indipendenti, strinsero un contratto discografico con la Domino Records.

Agli inizi del 2006 entrando direttamente nel Guinness dei primati vendendo più di un milione di copie in soli 8 giorni, battendo così il precedente record detenuto dagli Oasis.

Nell’ottobre 2005 il gruppo ha compiuto la prima apparizione sulla tv inglese, apparendo in Popworld. In ogni caso, fin da queste apparizioni la band è diventata famosa per aver sempre rifiutato di suonare in una qualsiasi trasmissione tv. Hanno infatti ripetutamente rifiutato le offerte di suonare nello show delle classifiche della BBC e in Top of The Pops. Inoltre il rifiuto della band di partecipare ai BRIT Awards del 2006 venne visto come un ulteriore affronto alla televisione.

Il loro piu’ grande successo è segnato dal brano I Bet You Look Good on the Dancefloor, contenuto nel primo album.

Anche se questi quattro ragazzi inglesi si sono conformati alle grandi “major” non perdono mai di vista il tratto distintivo che li caratterizza.

Credo che vederli dal vivo sia davvero una bella sensazione , adrenalina allo stato puro di un rock che sempre piu’ si sta espandendo.

Io quando vidi il video ” I ber you look good on the dancefloor ” rimasi davvero colpita dal loro clip e sound.

Allora ragazzi rimane ben poco da dire è davvero un gruppo che merita il nostro ascolto..

Il fatto che loro si siano sempre opposti alla televisione preanucia ,a mio modo di pensare , un loro modo alternativo ed indipendente ,anche perchè la loro prima forma di pubblicità è stata la rete attraverso lo space !!!

Godiamoci il suono di una chitarra basso e batteria  riadattata ai nostri tempi

GOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO